Tutte le risposte

0417. Come varia l'inclinazione terrestre nel tempo?

scienzapertutti orbita terrestreBuongiorno, sto effettuando una ricerca sulle unità di misura in generale e sulle misurazioni terrestri, e sono giunto alla parte relativa all' inclinazione terrestre. Con mia grande sorpresa non ho trovato una soddisfacente spiegazione del variare nel tempo dell' inclinazione terrestre che permettesse di valutare i valori reali di inclinazione nel corso degli anni o quanto meno dei decenni. Generalmente trovo la nozione che l' asse ruota intorno al valore di 23.5° e che la variazione é ciclica, ma non riesco a trovare una sorta di 'almanacco' di queste variazioni. Potete aiutarmi?

 da Alessandro Demontis<sem_esperto_verde

Immagino che per “inclinazione terrestre” si intenda l’angolo tra l’asse polare della Terra, perpendicolare al piano equatoriale, e un asse perpendicolare al piano dell’orbita della Terra attorno al Sole o piano dell’eclittica icona_glossario; in meccanica celeste questa grandezza è detta “Obliquità dell’Eclittica”.

Prima di cercare una “soddisfacente spiegazione” delle variazioni dell’obliquità occorre – come in tante altre diverse situazioni – fissare preliminarmente l’accuratezza e l’intervallo di tempo in cui se ne vuole conoscere il valore.

Per esempio, se fosse sufficiente conoscerne il valore con l’approssimazione di un decimo di grado - pari a 6’ - potremmo dire che l’obliquità dell’eclittica è pari a 23.5°, valore corretto per il periodo attuale e per un arco temporale di oltre 10 secoli nel passato e nel futuro; a questo livello di precisione e per questo arco di tempo l’obliquità è dunque “costante”.

Le cose cambiano se si vuole conoscere il dato con un maggior numero di cifre significative, cioè con maggiore precisione, o per un periodo di tempo più lungo; solo in questi casi ci si deve porre il problema di come cambia questo angolo. Ma qual è la precisione massima con cui si conosce oggi l’obliquità dell’eclittica e per quale intervallo di tempo si può calcolare con pari precisione?

Il valore dell’obliquità adottato dall’Unione Astronomica Internazionale icona_linkesterno è di 23°26’22”.448; le cifre dopo il punto sono millesimi di secondo d’arco; per intenderci un millesimo di secondo d’arco è l’angolo al vertice di un triangolo isoscele che ha la base di 1 cm e l’altezza di circa 2000 km! Tale valore è quello di un istante ben preciso: le ore 12 di Greenwich del 1° Gennaio 2000; solo poche ore dopo il valore non è più quello.

Dovrebbe essere chiaro che quanto maggiore è la precisione richiesta tanto più complessi sono i fenomeni che bisogna considerare per valutare correttamente la variazione nel tempo. La migliore teoria che spiega e rappresenta queste minime variazioni ha comunque un intervallo temporale di validità limitato; se ci si accontenta di un valore corretto entro qualche secondo d’arco si arriva ad intervalli di 10000 anni.

Quali sono le cause principali della variazione dell’obliquità? Tutti i moti nel sistema solare sono regolati dalla legge di gravitazione universale icona_glossario per cui due corpi si attraggono con una forza (reciproca) proporzionale al prodotto delle masse e inversamente proporzionale al quadrato della distanza. In realtà questa formulazione funziona solo se si hanno due corpi in cui la massa è distribuita con simmetria sferica, ma purtroppo questo è solo un caso ideale; la non sfericità della Terra fa sì che le forze di attrazione dovute al Sole e alla Luna producano uno spostamento dell’asse di rotazione terrestre che, in prima approssimazione descrive un cono (moto di precessione icona_glossario ) con sovrapposte delle oscillazioni (moto di nutazione icona_glossario ): queste fanno variare periodicamente l’obliquità con un’ampiezza di circa 9” e un periodo di circa 18 anni e mezzo.

Ma anche il piano dell’eclittica, cioè dell’orbita terrestre attorno al Sole, non resta fisso nel tempo a causa delle perturbazioni dovute agli altri pianeti, in particolare Giove che è il più grande e Venere che è il più vicino: da qui le variazioni periodiche dell’obliquità di oltre 1° con periodi dell’ordine di 40000 anni. Questo ne determina attualmente una diminuzione progressiva di circa 0”.469 all’anno; l’obliquità tornerà ad aumentare tra circa 9300 anni dopo aver raggiunto un minimo di circa 22° 38’.

Dunque solo attraverso calcoli molto complicati si possono dare delle valutazioni più precise per periodi così lunghi di tempo. Un testo molto utilizzato che descrive in dettaglio i metodi di calcolo delle grandezze astronomiche e quindi anche dell’obliquità dell’eclittica è “Astronomical Algorithms” di Jean Meeus (Willmann-Bell Inc. 2.a edizione, 1998); il suo utilizzo richiede però una buona preparazione di base e molti calcoli preliminari. Questo è il motivo per cui non è possibile riassumere in breve in una formula la variazione temporale dell’obliquità. 

 

 

Umberto Penco, fisico

 

ultimo aggiornamento giugno 2014

Utilizza il filtro dei tags anche digitando le lettere della parola che stai cercando

© 2002 - 2018 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sulla Privacy e Cookie Policy

Ultima modifica: 28 maggio 2018

IL TITOLARE

L’INFN si articola sul territorio italiano in 20 Sezioni, che hanno sede in dipartimenti universitari e realizzano il collegamento diretto tra l'Istituto e le Università, 4 Laboratori Nazionali, con sede a Catania, Frascati, Legnaro e Gran Sasso, che ospitano grandi apparecchiature e infrastrutture messe a disposizione della comunità scientifica nazionale e internazionale e 3 Centri Nazionali dedicati, rispettivamente, alla ricerca di tecnologie digitali innovative (CNAF), all’alta formazione internazionale (GSSI) ed agli studi nel campo della fisica teorica (GGI). Il personale dell'Infn conta circa 1800 dipendenti propri e quasi 2000 dipendenti universitari coinvolti nelle attività dell'Istituto e 1300 giovani tra laureandi, borsisti e dottorandi.

L’INFN con sede legale in Frascati, Roma, via E. Fermi n. 40, Roma, email: presidenza@presid.infn.it, PEC: amm.ne.centrale@pec.infn.it in qualità di titolare tratterà i dati personali eventualmente conferiti da coloro che interagiscono con i servizi web INFN

IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI NELL’INFN

Ai sensi degli artt. 37 e ss. del Regolamento UE 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati, l’INFN con deliberazione del Consiglio Direttivo n. 14734 del 27 aprile 2018 ha designato il Responsabile per la Protezione dei Dati (RPD o DPO).

Il DPO è contattabile presso il seguente indirizzo e.mail: dpo@infn.it

Riferimenti del Garante per la protezione dei dati personali: www.garanteprivacy.it

Il TRATTAMENTO DEI DATI VIA WEB

L'informativa è resa solo per i siti dell'INFN e non anche per altri siti web eventualmente raggiunti dall'utente tramite link.

Alcune pagine possono richiedere dati personali: si informa che il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di raggiungere le finalità cui il trattamento è connesso

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679, si informano coloro che interagiscono con i servizi web dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, accessibili per via telematica sul dominio infn.it, che il trattamento dei dati personali effettuato dall'INFN tramite web attiene esclusivamente ai dati personali acquisiti dall'Istituto in relazione al raggiungimento dei propri fini istituzionali o comunque connessi all’esercizio dei compiti di interesse pubblico e all’esercizio di pubblici poteri cui è chiamato, incluse le finalità ricerca scientifica ed analisi per scopi statistici.

In conformità a quanto stabilito nelle Norme per il trattamento dei dati personali dell’INFN e nel Disciplinare per l’uso delle risorse informatiche nell’INFN, i dati personali sono trattati in modo lecito, corretto, pertinente, limitato a quanto necessario al raggiungimento delle finalità del trattamento, per il solo tempo necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti e comunque in conformità ai principi indicati nell’art. 5 del Regolamento UE 2016/679.

Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

L’INFN tratta dati di navigazione perché i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati la cui trasmissione è prevista dai protocolli di comunicazione impiegati. Questi dati - che per loro natura potrebbero consentire l'identificazione degli utenti - vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento. Gli stessi potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di compimento di reati informatici o di atti di danneggiamento del sito; salva questa eventualità, non sono conservati oltre il tempo necessario all'esecuzione delle verifiche volte a garantire la sicurezza del sistema.

UTILIZZO DI COOKIE

Questo sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici” (o di sessione) e non utilizza nessun sistema per il tracciamento degli utenti.

L'uso di cookie di sessione è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. Il loro uso evita il ricorso ad altre tecniche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione e non prevede l'acquisizione di dati personali dell'utente.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI

Gli interessati hanno il diritto di chiedere al titolare del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento secondo quanto previsto dagli art. 15 e ss. del Regolamento UE 2016/679. L'apposita istanza è presentata contattando il Responsabile della protezione dei dati presso l’indirizzo email: dpo@infn.it.

Agli interessati, ricorrendone i presupposti, è riconosciuto altresì il diritto di proporre reclamo al Garante quale autorità di controllo.

Il presente documento, pubblicato all'indirizzo: http://www.infn.it/privacy costituisce la privacy policy di questo sito, che sarà soggetta ad aggiornamenti.