Temperatura di colore

Approfondimento a cura di Alessandro Russo

Ogni fonte luminosa, sia essa di natura solida o aeriforme, genera radiazioni elettromagnetiche visibili comprese entro l'intervallo di Lunghezza d'onda da 380 a 780nm (1nm=1 nanometro =1 miliardesimo di metro) . La ripartizione delle radiazioni nella banda spettrale del visibile determina il colore della luce, o meglio la sua tonalità di colore.

la tonalità di colore della luce si esprime con metodo diretto, per confronto, attraverso una grandezza termica, cioè la temperatura assoluta, espressa in gradi Kelvin (K) icona_glossarioicona_biografia , di un corpo nero che irradia luce con la stessa tonalità di colore della luce emessa dalla sorgente in esame. Tale temperatura di riferimento è chiamata temperatura di colore. Dire che una lampada ha una temperatura di colore di 3000 K significa che la luce da essa prodotta ha la stessa tonalità di quella generata dal corpo nero portato alla temperatura di riferimento di 3000 K.

Sorgenti Temperature di colore in °K
Cielo sereno 20000 - 15000
Cielo coperto 15000 - 5000
Sole a mezzogiorno 5250
Sole all'alba 1600
Lampada a incandescenza 3000 - 2400
Lampade fluorescenti 6500 - 2900
Candele steariche 1900 - 1800

Tabella di equivalenza temperatura/colore indicata in gradi assoluti (gradi Kelvin).

© 2002 - 2021 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

PRIVACY POLICY