L'eredità di Enrico Fermi

6. Il congresso di Roma nel 1931

percorso a cura della redazione di ScienzaPerTutti

L'ingresso dei fisici italiani nel mondo della ricerca in fisica nucleare fu in un certo senso celebrato con l'organizzazione a Roma del congresso internazionale di fisica nucleare del 1931, a cui parteciparono tutti i maggiori fisici impegnati in quel campo. Il congresso fu tra l'altro l'occasione per mettere ordine nella terminologia: si usava il nome neutrone [neutron] icona_glossario in modo ambiguo, sia per indicare la particella nucleare con la stessa massa del protone, ma senza carica elettrica, sia per indicare una misteriosa e sfuggente particella neutra icona_glossario , ipotizzata da Pauli per render conto dell'energia mancante nel processo di decadimento del neutrone. L'esistenza di entrambe e alcune loro caratteristiche era necessaria per risolvere le difficoltà del modello nucleare che emergeva in quegli anni, ma non erano ancora state osservate. Fu proposto di usare il diminutivo italiano 'neutrino' per indicare la particella di Pauli, certamente leggera e forse senza massa, riservando il termine neutrone alla più pesante.

 

scienzapertutti_congresso_roma_1931

I partecipanti al congresso internazionale di fisica nucleare di Roma del 1931.

© 2002 - 2021 ScienzaPerTutti - Grafica Francesca Cuicchio Ufficio Comunicazione INFN - powered by mspweb

PRIVACY POLICY